Pubblicazioni:Atti di Congresso

Le forme del narrare

Atti del VII Congresso Nazionale dell'ADI, Macerata, 24-27 settembre 2003

A cura di:Simona Costa, Marco Dondero, Laura Melosi

Editore:Polistampa

Luogo:Firenze

Anno:2004

Due volumi
Relazioni | Comunicazioni | Scuole di dottorato


Volume I

Premessa

Relazioni

  • Luigi Surdich
    Il 'patto romanzesco' nel Boccaccio
     
  • Luisa Mulas
    Le forme brevi: la forma raccolta dalla Ciento novelle antike alle Cento novelle amorose dei Signori Accademici Incogniti
     
  • Gino Ruozzi
    Scritture aforistiche e moralità narrative
     
  • Riccardo Bruscagli
    Narrare in versi
     
  • Gino Rizzo
    Il punto sul romanzo secentesco
     
  • Tatiana Crivelli
    Forme del romanzo italiano del Settecento
     
  • Maria Antonietta Terzoli
    Forme del narrare in Foscolo
     
  • Ilaria Crotti
    Ombre del giallo. Il poliziesco , la letteratura italiana, la modernità
     
  • Carla Riccardi
    Manifesti narrativi nella seconda metà dell'Ottocento
     
  • Francesco Casetti
    Il meccanismo della vita: Pirandello, la macchina e il cinema
     
  • Giulio Ferroni
    Vicende del narrare breve nel Novecento

Comunicazioni

  • Nicola Longo
    Roma raccontata nella Commedia di Dante
     
  • Filippo Grazzini
    Nastagio, Federigo e la donna che dice di no. Una struttura narrativa e due soluzioni nella giornata V del Decameron
     
  • Floria Di Legami
    Nel tempo che muta: un novelliere del primo Quattrocento
     
  • Francesco D'Episcopo
    Tematiche di travestimento nel Novellino di Masuccio Salernitano
     
  • Raffaele Girardi
    Itinerari e tipologie dell'apologo umanistico-rinascimentale: preliminari per una indagine
     
  • Gian Mario Anselmi
    Narrare storiografico: qualche spunto da Machiavelli
     
  • Carmelo Spalanca
    "Gusto burlesco" e "umor malinconico" nelle Cene di Anton Francesco Grazzini
     
  • Isabella Nardi
    "Variazioni" dalla novella alla fiaba: Le piacevoli notti, Notte I, favola IV
     
  • Elisabetta Menetti
    Il caso di Nastagio degli Onesti nelle Novelle di Matteo Bandello
     
  • Giulia Dell'Aquila
    Da una controversia linguistica un confronto letterario: la novella della donna di Guascona (Decameron, I, 9) e la novella di Melina (Hecatommithi, Introduzione, X)
     
  • Michela Sacco Messineo
    All'ombra di Talia. I ragguagli di un "moderno menante", Traiano Boccalini
     
  • Valeria Giannantonio
    Il genere misto dell'Amorosa Clarice di Ferinando Donno: l'enunciazione mimetica e i modelli
     
  • Rosaria Amendolara
    Le scienze della politica in forma di narrazione: Il Monte di Aretea
     
  • Luigi Marseglia
    Le forme della diegèsi nel "Conciliatore": La favola delle api di Mandeville
     
  • Laura Melosi
    Aspetti narrativi dell'epigrafia italiana nel primo Ottocento
     
  • Maria Di Giovanna
    Le tre fiamme. Sul prologo di Nedda
     
  • Maria Di Venuta
    Le novelle postume di Federico De Roberto
     
  • Rita Verdirame
    Uno spaccato della narrativa e della drammaturgia breve nel mensile "La Lettura": Enrico Serretta
     
  • Donatella Alesi
    Di maniera e dal vero. Forme del narrare nella stampa periodica di primo Novecento
     
  • Roberto Salsano
    Tracce narrative nella didascalia pirandelliana di Lumie di Sicilia
     
  • Beatrice Stasi
    La trama significa? Per una lettura dei Quaderni di Serafino Gubbio Operatore
     
  • Bruno Procelli
    Per una lettura simbolica della novella pirandelliana La levata del sole
     
  • Natale Tedesco
    Due modalità dell'invenzione narrativa primo-novecentesca in Francesco Lanza
     
  • Elisabetta De Troja
    Solitudine e solitudini in Ada Negri
     
  • Fausta Samaritani
    Mio caro amico... La lettera d'autore come genere letterario
     
  • Simonetta Bartolini
    La memoria rimossa. Voci e atmosfere della Rsi
     
  • Luisa Avellini
    Spazi della città rinascimentale nei romanzi storici italiani ed europei di mano femminile
     
  • Giuseppe Bonifacino
    "Negare vane immagini". Poetiche di romanzo in Gadda
     
  • Costanza Geddes da Filicaia
    Alcune osservazioni sulla dimensione spazio-temporale nel Gattopardo
     
  • Franca Sinopoli
    Sulla funzione trasformativa del genere letterario nelle opere di Luigi Meneghello
     
  • Florinda Nardi
    La forma brevissima del narrare di Achille Campanile
     
  • Stefano Giovannuzzi
    Bertolucci e il "romanzo in versi", ovvero come ricostruire un'identità poetica forte
     
  • Massimo Sannelli
    Lingua in exitu. La "simulazione di parlato" di Giovanni Testori
     
  • Maria Giovanna Turudda
    Fabrizio De André: narrar per musica e versi. Storie, microstorie, suggestioni
     
  • Domenica Perrone
    Alcune forme del narrare del nuovo millenio (L. Pariani - M. Mazzucco - E. Santangelo)


 

Volume II

Scuole di dottorato

  • Barbara Beleggia
    Il doppio sogno di Massinissa e Sofonisba nell'Africa del Petrarca
     
  • Camilla Giunti
    Francesco da Barberino narratore
     
  • Francesca Tomasi
    Per un'edizione digitale del novelliere arientesco. Le Novelle Porretane di Sabadino degli Arienti: un esperimento di analisi narratologica
     
  • Nicola Bonazzi
    Le Metamorfosi del Virtuoso: un romanzo dimenticato del Cinquecento
     
  • Marco De Masi
    Giovan Battista Pigna e la crisi del poema eroico
     
  • Fabiana Fago
    La satira dell'eremita dal Furioso di Ludovico Ariosto alle Novelle di Matteo Bandello
     
  • Stefano Cremonini
    Natura e finzione degli inserti novellistici nelle opere di Giovanni Cavalcanti
     
  • Ilenia De Bernardis
    Il 'caso Sterne': il Tristram Shandy come archetipo della destrutturazione novecentesca delle forme narrative
     
  • Pamela Parenti
    Variazioni della forma narrativa: La Gazzetta, il libretto di Giuseppe Palomba tra la commedia di Goldoni e l'opera di Rosini
     
  • Gabriele Cingolani
    Ipotesi su una 'funzione Giordani' negli studi filologici italiani del XIX secolo
     
  • Daniela Carbone
    Il canto VIII dei Paralipomeni e la discesa 'ad inferos'
     
  • Angela Gigliola Drago
    Oltre il romanzo: riuso dei generi e convenzionalità della tradizione nei Paralipomeni della Batracomiomachia di Giacomo Leopardi
     
  • Cristina Contilli
    Composizione, pubblicazione e diffusione de Le mie prigioni. Un percorso attraverso l’epistolario di Silvio Pellico
     
  • Chiara Cretella
    La struttura architettonica della narrativa boitiana: la scrittura come restauro di un quadro interiore
     
  • Maria Minoia
    Nota su realismo e popolanità delle similitudini de I Viceré di De Roberto
     
  • Maria Isabel Giabakgi
    La metafora del 'cenobio laico' nella narrativa italiana otto-novecentesca
     
  • Matteo Veronesi
    D'Annunzio e le forme del romanzo critico
     
  • Mara Santi
    Le forme del racconto nel Notturno di Gabriele d'Annunzio
     
  • Michela Zampetta
    Myricae nel Novecento italiano: l'esperienza poetica di Giorgio Caproni
     
  • Claudia Di Carne
    Strutture formali della ripetizione nella poesia di Guido Gozzano
     
  • Paola Salatto
    Lavorando sulle varianti delle novelle di Tozzi: il trattamento dei personaggi minori
     
  • Claudia Feleppa
    Leo Ferrero, un "anti-italiano"
     
  • Marilena Berardi
    La maschera e il volto di Luigi Chiarelli
     
  • Daniele Lo Cascio
    Narrazione del mito in Bontempelli
     
  • Marcella Caroli
    La scrittura aforistica di Ennio Flaiano
     
  • Valerio Capasa
    Narrazione come esperienza nei racconti di Cesare Pavese
     
  • Riccardo Stracuzzi
    Gadda e l'ipotiposi: note sulla Meditazione milanese
     
  • Caria Fagioli
    Una chiave di lettura per la Cognizione del dolore: il "saggio esplicativo"
     
  • Massimo Lucarelli
    Un 'giallo' compiuto e risolto: il Pasticciaccio di Gadda
     
  • Valerio Cuccaroni
    Narrare la follia. La forma del memoriale nei romanzi di Paolo Volponi
     
  • Donatella La Monaca
    La "logica visionaria" nel 'gioco segreto' di Elsa Morante
     
  • Eleonora Forenza
    Dal foglietto al romanzo: la scrittura come costruzione del sé ne La lunga vita di Marianna Ucrìa
     
  • Luigi Weber
    Metaromanzo e malattia mentale in Settembre di Enrico Filippini e in altri esperimenti narrativi della neoavanguardia italiana
     
  • Gilda Policastro
    La negazione parodica della forma romanzo in Hilarotragoedia di Giorgio Manganelli
     
  • Matteo Di Gesù
    La scrittura di secondo grado del Pinocchio parallelo di Manganelli
     
  • Massimo Gezzi
    Il 'diario in versi'. Appunti preliminari per lo studio di un 'genere' poetico novecentesco
     
  • Beatrice Carletti
    La traversata di Milano di Vittorio Sereni: un'ipotesi di scrittura tra autobiografia e moderna Vita nuova
     
  • Micol Argento
    Romanzo e microstoria da Gadda a Manganelli
     
  • Ambra Carta
    Il Dormiveglia di Giuseppe Bonaviri. Intersezioni formali e tematiche fra prosa scientifica e mediazione lirica
     
  • Lavinia Spalanca
    L'invenzione autobiografica tra memoria e utopia: Il Paese dei Mezaràt di Dario Fo
     
  • Michele Righini
    La sottile linea bianca. Appunti dalla narrazione a fumetti
     
  • Vito Santoro
    Massimo Carlotto e il romanzo come ricerca giudiziaria
     
  • Fabio Curzi
    I conti di Francesco Guccini