News: 2019

Cfp Convegno Internazionale “Sperimentare ed esprimere l'italianità” in occasione del II Incontro della SIP, Società degli Italianisti Polacchi

Scadenza iscrizione: 30 giugno 2019 Data del convengo: 6-8 dicembre 2019, Dipartimento di Italianistica dell’Università di Lodz

Sperimentare l'italianità, sia nel suo senso stretto sia in quello più ampio, mediante
modalità verbali (nel linguaggio letterario, colloquiale e specialistico) e non verbali (usando i
codici relativi all'arte, i canoni dell'estetica, la vita quotidiana), sarà oggetto del II Convegno
della Società degli Italianisti Polacchi.
Nel modo più semplice e intuitivo, l'italianità può essere considerata come qualsiasi
cosa italiana o ispirata da ciò che, spontaneamente, è considerato italiano. Nelle diverse
prospettive della ricerca, l'italianità è un termine cui viene dato un significato complesso
facendo riferimento all'Italia, agli Italiani e alla lingua italiana.
L'italianità suscita un'ampia gamma di associazioni legate alla geografia (territorio,
clima, forma, paesaggio), al patrimonio culturale e materiale (stile di vita, cucina, artigianato,
moda) e le più alte espressioni dello spirito e del genio italiano (arte, letteratura, cinema,
teatro, architettura, tecnica e scienza italiana). Per secoli l'italianità così concepita da un lato
ha costituito un polo di attrazione verso l’Italia, dall'altro, ha ispirato e influenzato altri paesi,
che hanno incorporato molti dei suoi aspetti nel proprio patrimonio culturale.

Un elemento importante di questa influenza è, in effetti, sperimentare ed esprimere l'italianità, che assume varie forme e si realizza attraverso l'uso di molti canali di comunicazione che raggiungono l'intelletto e i sensi di un determinato destinatario.
Sia che si tratti di un destinatario di solito motivato dall'interesse per gli Italiani e per l'Italia, oppure di un destinatario spontaneamente sottoposto ad una fuoriuscita di informazioni, segni e stimoli, entrambi i destinatari sviluppano un proprio concetto individuale e si formano una propria definizione di italianità, che può essere intesa come un insieme, ma anche come singole manifestazioni, di topografia e natura, cultura, lingua e mentalità italiana, che si distinguono dagli altri aspetti, anch’essi definiti dalla nazione o dal territorio come teutonicità, ispanità, inglesità, ecc.
Le questioni sollevate durante l'incontro oscilleranno quindi intorno alla domanda su cosa è e come si manifesta il fenomeno che è definito in senso stretto o più ampio “italianità”, e nello stesso tempo su come viene presentato e sperimentato, così come a quali effetti porta la sua ricezione.
Vorremo invitare a partecipare al convegno gli italianisti e non solo, tutti quelli che, nell'ambito delle discipline degli studi letterari, della linguistica, delle scienze culturali e religiose, della storia, della storia dell'arte e altre discipline umanistiche si occupano e rimangono attratti dal fenomeno chiamato italianità.
Tra i temi che saranno alla base di una discussione più dettagliata potrebbero esserci i seguenti argomenti:
- la specificità della lingua italiana rispetto ad altre lingue europee;
- la letteratura italiana e straniera legata a varie dimensioni e immagini dell'italianità;
- la specificità della cultura italiana rispetto ad altre culture;
- l'italianità nella letteratura e l'influenza della cultura italiana sulla letteratura;
- l'italianità nella cinematografia, nelle belle arti e nelle arti performative;
- le tracce italiane nelle collezioni museali, nel paesaggio architettonico, nella vita sociale della Polonia e di altri paesi;
- la terminologia relativa strettamente all'area linguistica e culturale italiana;
- gli italianismi;
- i problemi di traduzione e adattamento concettuale dei termini culturali italiani;
- i nomi propri come tratti distintivi dell'italianità;
- i motivi e i problemi dell'italianità nella didattica dell'italiano come lingua straniera;
- gli stereotipi riguardanti l'Italia e gli italiani;
- l'italianità come problema socio-politico (passato e presente);
- i contatti italiani internazionali;
- le realtà tipicamente italiane intese attraverso l'arte culinaria, la moda e i canoni della bellezza, il design industriale, il turismo, il Made in Italy;
- tutto ciò che è fondamentalmente riconosciuto e percepito come “italiano”.
Durata dell’intervento:* 20 minuti (+10 minuti per la discussione)
Lingue del convegno: polacco, italiano