Notizie

Campagna adesioni [24.11.2015]

Con la tavola rotonda svoltasi nella giornata conclusiva del congresso di Roma, lo scorso 12 settembre, si sono avviate le attività del gruppo di lavoro ADI su Dante.

Occorre ora organizzare il gruppo di lavoro, prima di tutto raccogliendo le adesioni delle persone interessate a partecipare e a contribuire alle attività.
Per iscriversi è sufficiente mandare una mail all’indirizzo dante@italianisti.it, segnalando la propria volontà di aderire al gruppo. Naturalmente sarà sempre possibile aderire in qualsiasi momento, ma sarebbe opportuno farlo entro il 15 dicembre, in modo che si possa avere in tempi rapidi un quadro delle disponibilità e creare una mailing list che consenta di discutere e di comunicare più efficacemente.

Una volta raccolte le adesioni si procederà a organizzare un primo momento di incontro e discussione, presumibilmente nei primi mesi del 2016. Nel corso di tale incontro si potrebbe formalizzare la struttura organizzativa del gruppo di lavoro e avviare le attività vere e proprie. Potrebbe anche essere l’occasione per un bilancio delle attività scientifiche ed editoriali, delle celebrazioni e degli eventi organizzati in Italia e all’estero nel corso del 2015, 750°anniversario della nascita di Dante. Inoltre si potrebbe discutere sul ruolo che l’ADI potrà avere nei prossimi anni per la promozione degli studi danteschi sia sotto l’aspetto della ricerca sia per quanto riguarda la didattica, tanto nelle università quanto nelle scuole secondarie.

Anche per quest’ultimo aspetto sarebbe auspicabile una collaborazione con i colleghi dell’ADI sd.

I prossimi anni, fino al centenario del 2021, saranno particolarmente ricchi di iniziative dantesche a ogni livello. Sembra opportuno che l’ADI possa dare un contributo al coordinamento tra le diverse e molteplici istituzioni coinvolte, rappresentando tanto le esigenze della serietà filologica e dell’aggiornamento critico quanto la volontà di promuovere con gli strumenti comunicativi più efficaci la conoscenza delle opere di Dante nelle scuole e presso un pubblico il più ampio possibile.